Franco Bomprezzi

Franco-Bomprezzi

Affetto sin dalla nascita da osteogenesi imperfetta, che l’avrebbe portato a vivere e lavorare su una sedia a rotelle, sua fedele compagna, seguì gli spostamenti del padre militare, compiendo gli studi a Firenze, Chieti, Rovigo e Padova. Fu caposervizio presso Il Mattino di Padova per molti anni e collaborò anche con la redazione de Il Resto del Carlino, prima di trasferirsi a Milano, dove ricoprì la carica di caporedattore centrale in AGR.

Collaborò con diverse testate tematiche, occupandosi delle difficoltà delle persone disabili. Fu direttore responsabile di DM, periodico della UILDM (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare), nonché direttore della rivista Mobilità, che cessò le pubblicazioni a fine 2008. Fu il fondatore del portale Superando.it e portavoce di Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilit e responsabile per anni della comunicazione sociale per il Comitato Telethon Fondazione Onlus, entrò anche nel comitato scientifico della Fondazione Vodafone Italia.

Intervenne in numerosi programmi radiofonici e televisivi, fra cui Il coraggio di vivere, Maurizio Costanzo Show, I fatti vostri, Check-up, Casa per casa, Unomattina, Quelli che…, La notte dei misteri, Chiamate Roma 3131, Diversi da chi?.

Morì all’ospedale Niguarda di Milano, dove era ricoverato da tempo, a causa di un’embolia polmonare.