Augusto Del Noce interprete del Marxismo

Augusto Del Noce interprete del Marxismo

 20,00

Autore

Ambrogio Riili

Collana

iCentotalleri

Lingua

Italiano

Formato di stampa

Cartaceo

Numero pagine

368

ISBN

9788863364415

Sinossi

Augusto Del Noce si presenta innanzitutto come “filosofo” attraverso la storia. Il suo tentativo è quello di restaurare i valori trascendenti proponendo un’interpretazione originale della storia della filosofia.
Pertanto l’“avversario” più importante con cui si è “confrontato” è senz’altro il marxismo. Già dal 1946 cominciò a scrivere saggi che sarebbero diventati fondamentali nella sua interpretazione, e di cui i più importanti sarebbero confluiti nelle sue opere maggiori, ossia Il problema dell’ateismo (1964) e Riforma cattolica e filosofia moderna (1965).
È innegabile che Marx sia uno degli interlocutori (se non l’interlocutore) di maggior rilievo del pensiero di Del Noce. Ovviamente l’interesse di quest’ultimo si è esteso agli interpreti del pensiero marxiano. Per questo la nostra ricerca si è proposta di esaminare l’Auseinandersetzung di Del Noce con Karl Marx, secondo una prospettiva particolare, ossia indagando il rapporto del pensatore torinese con due autori che delle dottrine di Marx fecero il centro della propria attenzione: Galvano della Volpe e Lucien Goldmann. Il “dialogo” con entrambi fornì al filosofo torinese molti degli elementi teorici che permisero di giungere alla sua originale interpretazione della storia della filosofia moderna.

La recensione del libro

Al momento non sono disponibili recensioni.

L'autore

Ambrogio Riili è nato a Torino nel 1986. Ha conseguito la laurea magistrale in filosofia nel 2012 all’Università degli studi di Torino, con una tesi su Augusto Del Noce interprete di Blaise Pascal, con votazione 110 e lode. Nel 2017 ha conseguito il dottorato di ricerca in filosofia e storia della filosofia all’Università del Piemonte Orientale (Vercelli).