Medievalia SantìAgostino

Le Virtù di Agostino. Disamina su otto impenetrabili figure femminili

 18,00

Autore

Gilberto dal Cengio

Collana

Medievalia

Lingua

Italiano

Formato di stampa

Cartaceo

Numero pagine

52

ISBN

978-88-6336-382-1

Sinossi

Tra le testimonianze artistiche più rimarchevoli del XIV secolo, in area padana, risalta la decorazione ad affresco che interessa la zona presbiteriale dell’abbazia di sant’Agostino, luogo di culto situato nei pressi della città di Vicenza.

Il presente saggio si focalizza su di un aspetto del ciclo pittorico finora non sufficientemente evidenziato da parte della critica: quello riguardante l’identificazione particolareggiata delle otto figure allegoriche di virtù poste alla radice dei pennacchi sulla volta della cappella maggiore.

Prendendo le mosse da attente considerazioni in merito agli attributi di ciascuna di esse si è proceduto alla loro interpretazione attraverso una selezione ragionata delle fonti letterarie, filosofiche, patristiche (Aristotele, Cicerone, Ovidio, Prudenzio, San Gregorio Magno …) connesse al tema.

Inoltre, dilatando la visione oltre l’orizzonte figurativo culturale veneto, si sono operati opportuni raffronti con episodi artistici di analogo soggetto. Tale prassi metodologica, sorretta dai princìpi insiti all’analisi iconologica, ha condotto a risultati nutriti di inedite scoperte.

Il volume, è un testo di sicuro interesse per storici, storici dell’arte, mondo universitario.

La recensione del libro

Al momento non sono disponibili recensioni.

Gilberto dal Cengio

Nato a Milano (1976), laureato con il massimo dei voti e la lode in storia dell’arte, è docente di ruolo abilitato all’insegnamento presso i licei. Le sue ricerche vertono principalmente su temi attinenti all’iconografia di età medievale e rinascimentale.
Collabora con riviste di informazione e cultura. Ha pubblicato il volume L’abbazia di Sant’Agostino a Vicenza. Il ciclo di affreschi nell’area presbiteriale. Iconografia, contesto storico, attenzione critica, Vicenza, Editrice Veneta 2016.